SUPERBONUS 110 COME FARE

Superbonus 110%. Una grande opportunità per migliorare la casa

Superbonus 110 è una detrazione fiscale per specifici lavori di efficientamento energetico e tutela ambientale derivante dalle ristrutturazioni di edifici esistenti. E’ una grande opportunità per migliorare la casa, contenuta nel Decreto Legislativo “Rilancia Italia” del 14 Maggio 2020, trasformato in Legge il 17 Luglio 2020.

 

Superbonus 110% è un credito d’imposta (ripartito in cinque anni) per la riqualificazione energetica e antisismica di un edificio che viene svolta dal 1 Luglio 2020 al 30 Giugno 2022 per i soggetti privati (persone fisiche). Questa scadenza viene prorogata al 31 Dicembre 2022 solo se avranno completato almeno il 30% dei lavori alla data di Giugno 2022.

 

Viene prolungata fino al 2023 la detrazione del 110% per i condomìni e gli edifici di un unico proprietario da due a quattro unità immobiliari, con scaglione di detrazione al 70% nel 2024 e scaglione del 65% nel 2025.

 

La stessa estensione prevista per i condomìni viene prevista anche per i soggetti del terzo settore che già beneficiano del Superbonus.

Vuoi avere un consulto veloce?
Manda una mail dettagliata a contatti@ccevr.it

infografica SUPEROBONUS tipologia interventi

I lavori agevolati per l’efficientamento energetico

 

Gli interventi agevolati dal Superbonus 110 si distinguono in “interventi trainanti” che sono necessari ed indispensabili per ottenere il beneficio fiscale ed “interventi trainati” che beneficiano della detrazione solo se compiuti in abbinamento ai primi.

 

I lavori trainanti sono di tre tipi:

 

1.
isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate

(cappotto termico, coibentazione del tetto)

 

2.
sostituzione dell’impianto di riscaldamento, climatizzazione

degli edifici nelle parti comuni:

  • impianti centralizzati per il riscaldamento, raffrescamento, fornitura di acqua calda sanitaria
  • caldaie a condensazione
  • impianti a pompa di calore (inclusi impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici  e relativi sistemi di accumulo)
  • impianti di micro-cogenerazione o a collettori solari
  • allaccio a sistemi di teleriscaldamento (…)

La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo della spesa in base alla tipologia d’abitazione e non superiore a:

– € 20.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio (fino ad 8 unità)
– € 15.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio (oltre 8 unità)

Possono essere ricomprese anche le spese sostenute per lo smaltimento e la bonifica dell’impianto sostituito.

 

edifici unifamiliari, unità indipendenti all’interno di edifici plurifamiliari e condomìni. Gli edifici plurifamiliari posseduti da un unico proprietario persona fisica sono ammessi – a seguito della legge di Bilancio 2021 – solo se comprendono fino a 4 unità immobiliari, escludendo dal computo le pertinenze. I lavori agevolati:

 

  • impianti per il riscaldamento/raffrescamento/fornitura di acqua calda sanitaria
  • caldaie a condensazione
  • impianti a pompa di calore
  • impianti di micro-cogenerazione o a collettori solari
  • caldaie a biomassa
  • allaccio a sistemi di teleriscaldamento.

Ai fini dell’accesso alla detrazione nella maggior misura del 110% devono rispettare i requisiti minimi fissati dai Decreti e nel loro complesso assicurare il miglioramento di due classi energetiche dell’edificio o unità immobiliari in edifici plurifamiliari o, se non è possibile il conseguimento della classe energetica più alta.
Vedi anche la nota sugli edifici sottoposti a vincoli.

 

3.
adeguamento sismico

per spese sostenute che comprendono anche la realizzazione di sistemi di monitoraggio strutturale continuo a fini antisismici, a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad uno degli interventi antisismici. (…)

 

Gli interventi trainati sono possibili con detrazione al 110%, solo se contestuali agli interventi di riqualificazione energetica per spese di:

 

– installazione impianti solari e fotovoltaici con relativi sistemi di accumulo energia
– colonnine di ricarica per veicoli elettrici.

Per questi interventi è previsto un ammontare massimo di spesa pari a € 48.000 e comunque nel limite di spesa di € 2.400 per ogni kW di potenza nominale dell’impianto solare fotovoltaico.

Tutti gli interventi di riqualificazione energetica devono essere svolti con materiali che migliorino di due classi energetiche la precedente classificazione dell’edificio sottoposto a riqualificazione secondo lAttestato di Prestazione Energetica (APE).

Tutti gli interventi, al fine dell’accesso alla detrazione del Superbonus 110 devono rispettare i requisiti minimi fissati dai Decreti previsti dal comma 3-ter dell’Art. 14.

Per beneficiare del 110% occorre sempre l’asseverazione redatta da un tecnico abilitato (sia per la versione del miglioramento energetico, sia per quella antisismica), che certifichi il rispetto dei requisiti richiesti.

 

Scarica il Pdf dell’aggiornamento al Superbonus 110% – Decreto Legge 21 Giugno 2022 

 

Scarica il Pdf dei Decreti Attuativi del MISE

Chi ha diritto al Superbonus 110

 

  • condomìni
  • persone fisiche
  • Istituti Autonomi Case Popolari (IACP)
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • ONLUS, ODV, APS
  • Associazioni e società sportive dilettantistiche (solo immobili adibiti a spogliatoi).

Come recuperare la spesa

 

Per tutti gli interventi citati, cioè:

 

  • sostituzione della caldaia
  • impianti per il riscaldamento a pompa di calore
  • impianti con pannelli solari

 

l’Amministrazione Statale restituirà sotto forma di credito d’imposta il 110% della cifra spesa. C’è di più, tramite un accordo siglato con l’impresa fornitrice, è possibile cedere il credito d’imposta, o avere uno sconto in fattura, lasciando all’impresa stessa il compito di recuperare il credito, compreso – ovviamente – il 10% in più del totale.

 

Superbonus sconto in fattura e cessione del credito

La legge di bilancio 2022 ha prorogato la cessione del credito e lo sconto in fattura per il superbonus 110 fino al 31 dicembre 2025. Per gli altri bonus casa la proroga è fino al 31 dicembre 2024.

L’Agenzia delle Entrate ha predisposto un nuovo modello con relative istruzioni per la cessione del credito e lo sconto in fattura.

Cosa possiamo fare per te

 

Se pensi di sostituire l’impianto di climatizzazione con o senza pannelli solari, installare una nuova caldaia a condensazione, Consulenza Energetica risponde alle tue domande, ti consiglia nella scelta delle soluzioni di efficientamento energetico più adatte alla tua casa, progettando e realizzando gli interventi, guidandoti nella richiesta per richiedere il Superbonus 110.

Per informazioni dettagliate compila il form oppure:
Telefono: 045 892 2963

Spuntando "Accetto", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e conferisce il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato e in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003 e del GDPR (General Data Protection Regulation). Il decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196 e del GDPR (General Data Protection Regulation) del 25 Maggio 2018, prevede il diritto alla protezione dei dati personali riguardanti chiunque.

Accetto


Spuntando "Autorizzo", approvo il trattamento dei dati in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003 e del GDPR (General Data Protection Regulation). Il decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196 e del GDPR (General Data Protection Regulation) del 25 Maggio 2018, prevede il diritto alla protezione dei dati personali riguardanti chiunque. I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente e secondo le leggi in vigore non saranno ceduti a terzi.

Autorizzo